Sportello Asperger

“Lo sportello Asperger si propone di avviare la presa in carico psicoterapeutica degli adolescenti e giovani adulti Asperger  con disagio emotivo-esistenziale/relazionale e o con disturbi di tipo psicologico-psichiatrico attraverso la metodologia dell’Esperienza Immaginativa (S.I.S.P.I.).

 Epidemiologia:

Un recente studio dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) riporta i casi di ASD presenti in 1 persona su 50 , statistiche passate di studi diversi danno tutti risultati tra 1 su 88 e 1 su 150 (Sistema Nazionale Linee Guida – Istituto Superiore di Sanità. Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti. Linea guida 21. Roma: Istituto Superiore di Sanità; 2011).

Una stima molto conservativa è quindi di 1 su 100 e non ci sono motivi per credere che questo non valga anche per l´Italia. Purtroppo non esistono studi epidemiologici italiani e soprattutto per la parte più funzionale dello spettro autistico, come la Sindrome di Asperger, molti professionisti ancora non sono a conoscenza degli strumenti di diagnosi ed intervento. Se assumiamo che 1 persona su 100 sia nello spettro autistico, almeno la metà di questi saranno ad alto funzionamento o Asperger (Moscone,Vagni,2013). In Italia quindi dovrebbero esserci circa 50.000 bambini di età compresa tra gli 0 ed i 18 anni con Sindrome di Asperger.

Attualmente le linee guida definite dal Sistema nazionale (SNLG) sul trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti riconosce validità scientifica solo alle terapie cognitivo-comportamentali.

 Perché la psicoterapia con l’Esperienza Immaginativa?

La psicoterapia con l’Esperienza Immaginativa è caratterizzata da una terapia che accomuna i vantaggi di una terapia basata sull’acquisizione e/o ristrutturazione cognitiva a quelli di una terapia basata sulla ristrutturazione della capacità di regolare gli affetti. (Passerini,Valtorta,2015). L’analisi  del materiale clinico determinato dalle Esperienze Immaginative è inoltre materiale rintracciabile e concreto: il paziente comunica a voce ciò che immagina e il terapeuta lo trascrive.Tale metodologia è  riconducibile alla evidence based practice come consigliato  nella seconda edizione del fondamentale volume di B.Wampold “The great psychotherapy debate: models, methods and findings”(Dazzi,2015) .

 Quali i professionisti?

Dott.ssa Olivia Ninotti

Dott.Michele Widenhorn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *